Samhain 2017, la Magia Naturale di Herpentil

  Caro lettore, chiunque tu sia! Metto nella tua mano un libro sulla Magia Divina che ti insegnerà, con l’aiuto di Dio, a fare grandi cose; Così inizia l’Inbegriff der übernatürlichen Magie, letteralmente Compendio di Magia Naturale, attribuito al filosofo Joseph Anton Herpentil. Non entreremo nel merito di come e …

L’Esopo Toscano

L‘Esopo Toscano è il nome che i moderni editori danno al codice Ricciardiano 1645. Più che di moderni editori si dovrebbe parlare di moderno editore, al singolare; questo codice ha avuto infatti una sola stampa moderna, quella dell’Editore Marsilio di Padova curata dall’immenso Vittore Branca. Se riuscite a trovarlo non …

Dingir Ištar

Il sito web Dingir Ištar chiude. Il libro è esaurito ed è in attesa di una ristampa ampliata ed aggiornata. Ma prima… Ci sono un sacco di cose da fare prima e sono alla vigilia di una nuova sfida, mancano soltanto un pugno di mesi prima di annunciarla. Chissà se …

L’Ultimo Giorno

“Anticamente non c’erano libri: esisteva una classe di sacerdoti, chiamati Bardi, che imparavano a memoria racconti di una lunghezza inimmaginabile. Questi racconti erano ben diversi dalle storie odierne, che spesso non hanno ne capo ne coda […] erano racconti che rapivano chi li ascoltava, intrecciando realtà e sogno” Nella notte …

Satana nella Via dei Tarocchi

Ne sentiamo tante, ne vediamo troppe. Il Satanista non si dedichi allo studio delle dottrine cabalistiche, perché la cabala è giudaica (avrei da ridire…); non si avvicini il Satanista ai precetti alchemici, perché l’alchimia è pesantemente cristianizzata… E via e via… Mi stupisco talvolta di come non si spari persino …

La Scuola di Satana

Si può pensare che esista una scuola satanica? Anzi una Scuola di Satana? Si può pensare si! E da oggi si può persino penetrare parte del magistero spirituale che questa insegna. Partiamo dall’inizio però. Fino a qualche tempo fa io stesso ritenevo un ossimoro l’accostamento delle due parole Scuola e …

La Discesa d’Ishtar all’Inferno

Una delle prime traduzioni italiane del poema della Discesa agli Inferi di Ištar (ma il nostro testo trascrive Ishtar) fu quella del cagliaritano Luigi Volpe Rinonapoli. Leggendola oggi viene da sorridere per i molti strafalcioni che all’epoca caratterizzavano l’assiriologia. Uno in particolare, forse in un qualche modo legato alla querelle …