La recente, bellissima, edizione critica di un testo di magia operativa in volgare del ‘400 ci ha fatto conoscere quella che è la più antica versione della Chiave di Salomone in lingua italiana. Ne consiglio la lettura, il testo è illuminante sotto molti aspetti, lo potete ordinare qui. Vedrai Mirabilia, è il titolo; e già lascia immaginare di arcani segreti e portentose operazioni magiche. Né sono da meno i meravigliosi titoli dei manoscritti posti in bibliografia al classico Ricettario delle Streghe, (Mediterranne, a cura di E. Malizia). Sono bastati soltanto i nomi di tali manoscritti, tutti inediti, ad accendere le fantasie più veementi di generazioni di maghi: Ad Coitum Expediendum (Anonimo, 1700 circa), Erotica Præscriptiones (Anonimo, 1500 circa), Libidinis Medicamenta (Anonimo, 1700 circa), Maleficia impotentiam sive frigiditatem causare (Anonimo, non datato), Medicamentorum Diaboli compositiones (Anonimo, 1500 circa), Venefica Maleficarum (Anonimo, 1700 circa), Voluptati atque diutim amplexi remedia (Anonimo, 1600 circa) e via dicendo. A dispetto dei titoli altisonanti, e lo si vede anche nel testo del Malizia, le formule e i rimedi si somigliano un po’ tutti. In caso di pubblicazione di questo corpus ci si potrebbe ritrovare persino a veder sfumare la curiosità in favore della tedia… In fondo la Bassa Magia non differisce nelle sue linee essenziali né per tempi e né per luoghi. Più come documento storico che come contributo alla comprensione di che cosa sia la Magia, pubblico un intero manuale di incantesimi e fatture d’amore. Il testo fu tradotto nel 1961 da Eugenio Battisti e proviene dal MS. 2344 della Bibliothèque de l’Arsenal di Parigi. Battisti nota che il testo ci è comunque giunto in una redazione piuttosto tarda contaminato in mille modi, adeguato alle nuove consuetudini, come nelle bevande (caffè) o nelle stoffe (Taffetà) menzionate, e tuttavia il nucleo centrale dell’intero testo resta di impianto medievale.

ATTENZIONE. Prima di lasciarvi alla lettura del testo mi corre l’obbligo dall’avvertirvi che, come tutti i testi di Bassa Magia, anche questo è pieno delle astrusità tipiche di questo tipo di letteratura. Invito quindi chiunque a non servirsi delle ricette che seguono, anche perché molte di esse comportano l’uso di parti di animali. E il maltrattamento degli animali è un reato perseguibile per legge.

∗ ∗ 

Segreti di magia per farsi amare

Per l’amore. Riuscirete senza fallo, come è ben provato, a farvi amare da chi vorrete, purché otteniate dalla persona desiderata qualcosa che derivi dal suo corpo, come un po’ di capelli o di saliva, od alcune gocce di sangue, oppure dei panni intimi impregnati del suo sudore. Dovrete quindi congiungervi un elemento identico tolto dal vostro corpo ed avvolgere il tutto con un nastro rosso, sul quale scriverete con il vostro sangue il nome suo e vostro.  Fate in modo che le lettere n.n., che nel disegno indicano i due nomi, si tocchino e con un altro nastro legatele, formando il nodo d’amore. Tutto dovrà essere poi racchiuso nel corpo di un passero, che porterete stretto sotto l’ascella sinistra finché andrà in putrefazione. Allora lo metterete accanto al camino, dove avrete acceso un bel fuoco forte, e mentre si seccherà col calore, recatevi dalla persona da cui volete essere amati. La troverete traboccante di ineguagliabile ardore per voi, e per quanto possa essersi prima dimostrata fredda, ora sarà completamente nelle vostre mani. Che questo avvenga, è sicuro e sperimentato.

Per l’amore. Di giovedì, prima del levar del sole, foggiate un anello, mezzo d’oro e mezzo d’argento, e quando lo avrete finito, pronunziate la parola Lethomius ed incidete i seguenti caratteri:

Per l’amore. Procuratevi due coltelli nuovi ed al mattino di un venerdì recatevi in qualche posto dove vi siano dei lombrichi. Pigliatene due e tenendo i due coltelli ben congiunti insieme, mozzate loro teste e code. Ne prenderete soltanto il corpo, tornerete a casa, vi spargerete sopra dello sperma, li farete seccare ed infine li ridurrete in polvere da somministrare alla persona.

Per l’amore. Strofinatevi le mani con succo di verbena e toccate colui o colei, cui volete dare l’amore.

Per l’amore. Prendete il fegato d’un piccione ed il cervello di un merlo, riduceteli in polvere e dateli da mangiare.

Per l’amore. Bisogna cogliere con la mano sinistra un mazzo di fiori, come più piacerà dicendo: «Io lo colgo per la forza e la potenza di Lucifero, principe degli inferni, madre dei tre demoni affinché comandi ad Allas, ad Effeton Canado suo compagno, che vada a tormentare un certo… dall’alto in basso. Si compia la mia volontà entro ventiquattro ore

Per l’amore. Il primo venerdì del mese, innanzi al levar del sole, scrivete:

Per l’amore. Comprerete un vaso d’amaranto, lo terrete sulla finestra ed il primo venerdì della luna nuova o del mese, prima che sorga il sole, lo avvolgerete in carta assorbente e lo metterete a seccare in un forno da panettiere. Una volta secco, lo porterete sul cuore, racchiuso in taffetà, per nove giorni, e quando la persona desiderata ne prenderà un poco esclamerete: «Amor mio sdraiati al mio fianco ed entra in me». Dateglielo nel pan pepato. Quindi dite dondolandovi: «Delequs greliis maliis contemplis» e pronunziate il nome della donna o della fanciulla.

Per l’amore di una fanciulla o di una donna. Dovete fingere di fare il suo oroscopo per sapere se si sposerà o no e obbligarla a guardarvi in faccia, anzi fra gli occhi, e quando sarete tutti e due in tale posizione, reciterete queste parole: «Kafé, Kasita, non kafeta et publia filii omnibus suis.» Appena avrete finito di pronunziarle, potrete comandare alla persona ed ella vi obbedirà in tutto.

Per l’amore. Quando la persona dorme, prendetele la mano e dite: «Cuore, io ti ammalio, serbami il tuo amore come la Vergine ha conservato la sua purezza.» Quindi con la lingua fate sulla vostra bocca il segno della croce dicendo: «In nome del Padre e del Figliolo e dello Spirito Santo, così sia

Per l’amore. Accipe quinque capillos tuos et tres foeminae quibuscum flores alligabis et totum projice in ignem dicens «Ure Sancti Spiritus penes nostros et cor nostrum Domine

L’inchiostro della simpatia, della stima e dell’amore. È necessario scrivere queste parole su di un foglio di carta, in modo da riempirlo tutto su entrambe le facciate: «Adam et Eve Adam et Eve come Dio nel paradiso terrestre vi unì con un legame sacrosanto e reciproco ed indissolubile, così il cuore di colui che scriverò non possa rifiutarmi nulla heli heli heli.» Fatto questo, bisogna bruciare il foglio di carta avendo cura di non lasciarne sperdere neanche un poco; poi vi procurerete dell’inchiostro nuovo, mai utilizzato, nel quale dovrà essere messa la cenere del foglio insieme con latte di donna allattante il suo primo figlio maschio, e con della calamita, quella che attira il ferro. Quindi riducete tutto in polvere, con un temperino ed una penna nuova.

Per l’amore. Prendete una pianta di verbena, sminuzzatela e soffregatevene il palmo della mano sinistra; tracciate con essa il segno della croce sulla vostra fronte, poi su quella della fanciulla, dicendo: «Catos, si accordi il tuo desiderio con il mio, come quello di San Giuseppe con Maria, nel nome del Padre + e del Figliolo + e dello Spirito Santo + Cosi sia

Per l’amore. Occorre far sprizzare un po’ di sangue dal mignolo della mano sinistra e farlo toccare dalla mano o dal braccio della fanciulla, dicendo: «o Sangue, io ti applico in nome di Satan, di Belzebub e di Lucifer, madre di tutti i diavoli. Tre volte ti prego, ti prego ti prego di farmela cogliere come una foglia d’erba, un radicchio, un fiore Danucos lenus agihe agioc agiohect.» Danzando con lei in una riunione, la indurrete a seguirvi ovunque andrete.

Per l’amore. La pervinca ridotta in polvere con lombrichi suscita desiderio d’amore nelle donne e negli uomini; va somministrata nella carne.

Per l’amore. Prendete dell’erba chiamata ermafrodite, sminuzzatela fra le mani, strofinandole bene con il suo succo; quindi agitate e massaggiatevi accuratamente le mani e riuscirete a fare tutto ciò che vorrete.

Per l’amore. Quando vi troverete in presenza della persona da cui volete essere amato, la fisserete con gli occhi tenendo fra le mani un nastro di filo, uno spago di canapa od un cordoncino, e badando che nessuno vi veda, formerete un nodo d’amore, pronunciando il nome della persona. Ciò sarà sufficiente, purché, mentre farete il nodo, pronunziate le parole: «Ut duo te video non quinque te alligo, cori tibi manduco sanguinem tibi bibo aly aly comitates bap-tisan et padre et filio Dei… (nome e cognome) tibi impero ut quaedam que voluero et velini adimpleas et facias

Per l’amore. Scrivete su una targhetta di stagno le parole Abas + Ehim + abratoy + agedat + procha; applicate quindi la targhetta sotto il capezzale del letto della persona.

Per l’amore. Foggiate un anello o una fede d’argento e fatevi incidere nella parte interna che starà a contatto con la pelle le parole: daby + daby + daby + huber + huber.

Per l’amore. Di venera prima che sorga il sole, nell’ora di Venere, procuratevi un rospo vivo. Lo appenderete per le zampe posteriori al camino e quando sarà ben secco lo ridurrete in polvere dentro un mortaio. Quindi lo avvolgerete in un foglio di carta, lo nasconderete per tre giorni sotto un altare, dalla parte di dietro, ed il terzo giorno, alla stessa ora, andrete a riprenderlo. Ricordate che è necessario che sull’altare venga detta la messa. Quando l’avrete recuperato, per ogni donna o fanciulla di cui vorrete godere, metterete un po’ della polvere su un fiore ed ella vi seguirà dappertutto.

Per l’amore. Vi strapperete tre peli dai coglioni e tre dall’ascella sinistra, li farete bruciare su una paletta da fuoco ben calda e quando saranno bruciati li ridurrete in polvere e li racchiuderete in un pezzetto di pane. Li metterete poi nella zuppa o nel caffè, e dal momento in cui la fanciulla o la donna, cui lo avrete dato, ne avrà mangiato un poco, non vi lascerà mai più, siatene certi.

Per l’amore. Dovrete prendere con la vostra sinistra, la mano sinistra della persona e guardarla, pronunziando il suo nome e cognome, e dire: «Per l’anima che porto, io ti ammalio e tu dovrai amarmi così teneramente, come la Vergine Maria amò il figlio suo d’un amore tanto ardente quanto rovente è il fuoco del cielo

Per l’amore. Sussurrerete all’orecchio della persona, tenendole la mano sinistra: «Jola belle helie alaober mia…»

Per l’amore. Se riuscirete ad incollare allo schienale del letto d’una persona il seguente biglietto, mettendo dalla parte del legno il lato scritto e ponendolo il più vicino possibile al capezzale, ella non potrà più dormire senza pensare a voi. Michaello Gabriello Raphaello fate che la tale mi ami ardentemente. Con il vostro sangue scrivete su una foglia di alloro queste lettere, ovvero segni, quindi sotterratela sotto la porta della fanciulla o della donna.

Per indurre una fanciulla alla corruzione. Toccandole la mano con la vostra, dovrete dire le seguenti parole: «Bestarberto corrumpit viscera ejus mulieris

Per l’amore. Portate addosso queste lettere, scritte su pergamena vergine:

Come una fanciulla possa ottenere l’amore di un uomo. Durante il periodo mestruale, ella dovrà prendere un panino da due soldi, ancora caldo, tagliarne la metà superiore, scavare con il dito un buco non troppo profondo nella mollica. Quindi vi lascerà cadere nel mezzo nove gocce di sangue mestruale e, facendosi sanguinare il naso, aggiungerà altre nove gocce. Rimessa la calotta del pane, dovrà farlo seccare nel forno, poi ridurlo in polvere ed infine farne sorbire alla persona voluta tre o cinque prese nel caffè, nel brodo, nella zuppa o in altra vivanda.

Per farsi amare. Recatevi in un prato prima che il sole si levi e con panno bianchissimo acchiappate una rana. La metterete in una scatoletta, nella quale avrete fatto nove buchi: poi andrete ai piedi di un albero dove vi siano grosse formiche, scaverete una fossa, vi poserete la scatola e la ricoprirete con il piede sinistro, dicendo: «Che tu cada in confusione secondo i miei desideri.» Al termine di nove giorni, alla stessa ora, tornerete a cercare la scatola: vi troverete dentro due ossi, l’uno somigliante ad una forca, l’altro ad una piccola gamba. L’osso a foggia di gamba servirà per farvi amare, se toccherete con esso la persona, la forca invece a respingerla. Ricordate però che non bisogna girarsi indietro nel momento in cui si posa o si riprende la scatola.

Per l’amore. La remora, il cervello di gatto e la pelle che si forma al momento della nascita sulla fronte del puledro, che chiamano ippomane, hanno qualità calorifiche così efficaci che la polvere da essi derivata può suscitare un calore acuto nelle parti del corpo, al punto da indurre le persone nel delirio chiamato da Plutarco furore amoroso; ed in realtà Lucilla, moglie di Lubusse, ne diede al marito per farsi amare da lui.

Per l’amore. Prendete il germe di un uovo fatto il venerdì santo e tre gocce di sangue del vostro mignolo sinistro. Li metterete a seccare sulla cenere rovente, quindi ridurrete tutto in polvere e lo darete da bere alla persona oppure lo farete mangiare alla fanciulla od alla donna, dicendo per tre volte: «Tenta sortem boris

Per l’amore. Catturate un topo maschio e, ancora vivo, tagliatelo in due a metà del corpo. Ne trarrete i due rognoni e li porrete sotto la vostra ascella sinistra per ventiquattr’ore, quindi li farete seccare su una pelle e li ridurrete in polvere finissima e setacciata, che mischierete al tabacco.

Per vedere in sogno la persona che sposerete. Procuratevi del corallo polverizzato, un po’ di polvere di diamante con sangue di piccione bianco e formatene una pallottola che inserirete in un grosso fico. Dopo averlo involto in taffetà blu, ve lo metterete al collo, porrete sotto il capezzale un ramo di mirto e direte questa preghiera:
Kirios clementissime qui Abramae servo tuo dedisti uxo-rem et filio ejus obedientissimo per admirabilem signum indicasti Rebeccam uxorem, indica mihi servo tuo quam nup-turus sum Uxorem per misterium tuorum spiritum Balibeht assaibi abumatih amen. Il mattino seguente dovrete cercare di richiamare alla memoria ciò che avrete visto (in sogno). Bisogna ripetere l’esperimento per tre venerdí di seguito e se non riuscirete a vedere nulla, è segno che non vi sposerete. La fanciulla, invece, deve prendere un rametto di pioppo, legarlo con un nastro di filo bianco insieme alle calze e metterlo sotto il capezzale. Quindi dovrà strofinarsi le tempie con sangue di upupa e recitare la preghiera indicata sopra, sostituendo le parole servo tuo con ancilla tua, quem sim nuptura virum.

Perché una donna non tolleri che il vostro contatto. Prendete un poco di grasso e di fiele di capro, fateli seccare e quando vorrete servirvene, stemperatene un po’ nell’olio e ungetevene il membro tutt’intorno. La donna non potrà più sopportare altri che voi.

Altro per il medesimo effetto. Prendete dei capelli della donna; riduceteli in polvere e spargeteli sul membro, che avrete prima spalmato di miele. Quindi datevi da fare con la donna, per disgustarla. Dovrete poi fare altrettanto con vostri capelli.

Affinché una donna non concepisca. La donna non concepirà se si sarà cosparsa di polvere di corno di cervo mescolata a fiele di vacca.

Per farsi amare. Tutti vi ameranno se porterete addosso il cuore d’una rondine. La donna amerà follemente colui che le avrà dato in una bevanda o nella carne il cuore polverizzato di un piccione. Se metterete sulla testa dell’uomo un poco di fiele di lepre, egli resterà addormentato per sempre, ma potrete risvegliarlo dandogli da bere dell’aceto.

Per farsi amare da una persona. Comprate due soldi di alligante in polvere, che potete trovare presso gli speziali, e mettetelo sulla mano della persona che volete attirare. Recuperata la polvere, farete sprizzare dal mignolo della vostra mano sinistra tre gocce di sangue, in modo da stemperare con esso la polvere. Si dovrà far tutto ciò a digiuno, il primo venerdì della luna crescente, e se vi riuscirà di dare da bere o da mangiare un poco della droga [alla persona desiderata], sarà ancora meglio. È necessario che costui o costei siano digiuni. Per disfarvene, poi, inumiditevi la mano con saliva.

Explicit.

Print Friendly, PDF & Email
Mörker
morker@luciferomorker.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.